Oggi sono rientrata in ufficio dopo qualche giorno di ferie.. in quella stanza nessuno ha chiesto come sto o come sono andati questi giorni.. Musi lunghi.. lamenti facili.. piedistalli inutili.. Per trovare un po’ di colore ho dovuto allontanarmi virtualmente fino a Roma.. due telefonate e qualche chat per ritrovare una risata sincera.
Mi sono più  volte detta che qs non sono io e questa non è la vita che voglio vivere.
Non dipende dal cosa fai né dal dove né dal con chi lo fai.. sicuramente aiuterebbe essere altrove circondata da persone che sorridono quando ti vedono, ma dipende tutto da come lo fai!
Nei giorni scorsi ho letto questa frase che ho deciso di fare molto mia..
IL SORRISO È LA CAUSA DELLA FELICITÀ NON L’EFFETTO.
Wow che potenza questa cosa!
Devo farla mia! Devo far sì che mi scorra nelle vene perché è la strada per essere IO
Ma ora vi racconto chi voglio essere io davvero..
Ottobre è un mese che ormai da qualche anno racchiude un sacco di ricordi pessimi e quando si avvicina io ne sento la pesantezza e ne respiro la puzza in modo insopportabile.
Qualche mese fa ci fu proposto di partecipare al Clown&Clown Festival che si sarebbe svolto nelle marche a Monte San Giusto proprio all’inizio di ottobre..
Una parte di me ha reagito dicendo “cavolo vai a fare che già sai che non sarai dell’umore?”
Poi però mi sono guardata dentro e ho detto “vuoi davvero essere qs? Come pretendi che il malumore non arrivi se mesi prima hai già deciso che sarà lui a comandare in quei giorni?  E… non è forse qs il miglior antidoto?”
Benissimo! Ho deciso! Si parte!
Finalmente arriva il giorno della partenza..
Il viaggio inizia con una sveglia molto presto e una notte troppo breve ma con la voglia assoluta di godermi ogni istante per quello che sarà e con l’assoluta fermezza nell’impedire a tutto e tutti di rovinarmelo.
A dirla tutta tutta qualche breve momento di sclero c’è stato ma poi si passa oltre.. si passa alle cose importanti.
E iniziamo subito subito con il mare.. 4 ottobre e sono con i piedi a pucia… cosa cavolo voglio di piu?? (Sempre più convinta che la mia vita non finirà lontana dal mare..)
Quacuno è già colorato.. l’aria da manicomio inizia a farsi viva tra fritturina e passerina.
Dopo pranzo si prende possesso della casa e ci si spoglia di abiti “civili” per indossare finalmente quelli a noi più consoni.. finalmente è il tempo di liberare Iaia!!!
E arcobaleno sia!! (Binde mi odia lo so ahahah)
Si sale in macchina e finalmente inizia davvero la nostra avventura al Clown&Clown Festival!
Tutto, a partire dal cartello di benvenuto in città,  è colorato.. è accogliente.. è clown!
Camminare per vicoli addobbati con perle di saggezza e colori è qualcosa di impagabile!
Chiunque incontri ti sorride e ti saluta.
Tanti gradiscono l’abbraccio che offri.
Nessuno ti guarda strano per come sei vestito o perché prendi confidenza in un secondo.
SONO UN CLOWN E FACCIO COLLEZIONE DI ATTIMI
Mi sento finalmente libera..
Mi sento al posto giusto al momento giusto..
Mi sento comoda in questi abiti..
Amo profondamente ogni sorriso incrociato
Amo profondamente tutto quello che un abbraccio racconta della persona che fino a un secondo prima era un estraneo.
Amo sapere che nel nostro piccolo abbiamo lasciato il segno anche noi.
Abbiamo camminato per le vie ..
Abbiamo fatto giocare bambini che poi ci fermavano felici per la strada
Abbiamo cantato
Abbiamo ballato
Abbiamo colorato il cielo e i cuori
Abbiamo riso tantissimo
Abbiano conosciuto persone di altre realtà con cui abbiamo potuto confrontarci per crescere ancora..
Abbiamo giocato e siamontornati bambini..
Abbiamo lanciato aeroplanini di carta carichi di pensieri positivi e abbiamo fatto rimbalzi di gioia
Abbiamo fatto workshop per studiare ancora un po’
Abbiamo ascoltato
Abbiamo preso contatti con persone che possono insegnarci molto anche in futuro
Abbiamo stretto amicizie
Abbiamo conosciuto un pochino di più noi stessi e i clown con cui abbiamo condiviso questo viaggio
Abbiamo preso freddo e abbiamo goduto del caldo
Abbiamo fatto cochina e ciambellina
Abbiamo camminato in equilibrio e imparato a perderlo l’equilibrio perché  è più divertente
Siamo caduti e ci siamo rialzati
Abbiamo invaso locali e campi da calcio
Abbiamo bevuto Montenegro e Vernel
Abbiamo amato ciascuno di noi qualcosa di diverso e lo abbiamo condiviso
Abbiamo imparato che dobbiamo trovare il nostro colore
Abbiamo respirato
Abbiamo pianto lacrime emozionate al concludersi dell’evento perché la carica emotiva e la ricchezza ricevuta sono state enormi!
Abbiamo urlato grazie abbracciati perché nulla è scontato
Abbiamo vissuto.. e lo abbiamo fatto davvero!
Io voglio vivere così
Io voglio vivere a colori
Io voglio essere Iaia.. sempre!
Grazie di cuore a tutti!
Alle Note.. senza di voi nulla sarebbe così bello!
E senza nulla togliere agli altri..
A Stregatta perché 7 anni fa mi hai convinto ad entrare in questa splendida famiglia! E per avermi seguito da Diana..  adoroooooo :p CI SIAMOOOOOO
A Gilé perché sei un compagno di stanza fantastico e un clown pazzesco
A Fagianella e Enzo che hanno reso possibile questo week end incredibile e a tutto lo staff dal primo all’ultimo perché siete splendidi!
A Bindella perché non mi hai ancora tolto il saluto nonostante unicorni e arcobaleni :p
E a tutti i presenti perché ognuno di voi si è lasciato andare donandomi qualcosa di prezioso!
Chiudo con il gingle perché è semplicemente fighissimoooooo
“Che confusione, ma noi ci equilibriamo
Sembriamo storti, ma poi ci raddrizziamo
Se c’è un problema noi dopo sorridiamo
Se casca il mondo insieme ci rialziamo
Equilibriamoci dai , la la la la (3 volte)
Basta una sola persona
che sia quella buona
abbracciamoci dai”
NOI ABBIAMO IL PRIVILEGIO DI ESSERE CLOWN